Conferenze e Seminari

Eventi Passati

I seminari e le conferenze saranno tenuti in Italiano e in Inglese e potranno essere seguiti anche in teleconferenza.

Informazioni dettagliate saranno disponibili sul sito in prossimità degli eventi.

 


Mercoledì 12 Aprile   alle ore 18,30
 Conferenza

The journey of Indian women through time

Deepa Gopalan Wadhwa
former  Indian Ambassador to Japan, Sweden and Qatar

La donna indiana presenta un paradosso al mondo.
Mentre l’India ha avuto in Indira Gandhi il più lungo incarico come Primo Ministro tenuto da una donna, ed ha anche avuto una donna come Presidente dello Stato, come pure diverse donne in posizioni eminenti in tutti gli aspetti della vita, il Paese  presenta una società culturalmente complessa e conservatrice, divisa dalle disparità. La condizione delle donne indiane richiede, quindi, alcune analisi per venire compresa.
L’Ambasciatrice Deepa Gopalan Wadhwa, che costituisce con la sua stessa persona un esempio del successo raggiunto dalle donne indiane, parlerà della loro marcia verso il l’emancipazione e di come esse stiano vincendo le battaglie per i loro diritti.

In English with Italian translation
Ingresso libero

 


 

 data da destinarsi

La storia segreta delle devadasi, le danzatrici templari.

Tradizioni, arte e vita delle donne più celebrate dell’India antica. Con proiezione di filmato inedito.

 Tiziana Lorenzetti con la partecipazione  di Aranya Narain


 

 Eventi Passati

 

SABATO 18 Marzo alle ore 18,00
Conferenza

Distruzioni, Saccheggi e Rinascite dall’Antichità all’Isis
Prof. Paolo Matthiae

Le distruzioni del patrimonio artistico e monumentale dell’umanità dai tempi più remoti, quando venivano regolarmente violate le tombe dei faraoni nella Valle dei Re, ai nostri tempi, quando saccheggi sistematici durati decenni si sono verificati nel Perù preincaico, hanno determinato perdite inimmaginabili del patrimonio universale. Le ragioni di queste distruzioni efferate sono state molteplici, dalle ricerche dei tesori nascosti attraverso scavi illeciti, alle distruzioni intenzionali per odio dell’Altro, fino ai saccheggi per acculturazione come quelle compiute dai Romani, che intendevano mostrarsi eredi della Grecità. Dopo le immani distruzioni della Seconda Guerra Mondiale in Europa, si riteneva che con la fondazione dell’Unesco nel 1945 una maggiore consapevolezza del valore del patrimonio e della sua universalità avesse recato un contributo efficace e risolutivo al contrasto a queste distruzioni. Oggi, invece, si assiste impotenti alle efferatezze dell’Isis che distrugge i più straordinari siti storici, spesso di incomparabile bellezza, come nel caso di Palmira.
Protagonista primaria delle rinascite del patrimonio culturale, dopo una pur notevole quantità di ritrovamenti compiuti prima dell’archeologia scientifica, è stata dalla seconda metà del Settecento l’Archeologia che, come disciplina votata alla riconquista del Passato, continua incessantemente a perfezionarsi, mentre un nuovo tipo di rinascita, dalla fine del ultimo conflitto mondiale ad oggi, è quello che mira a ricostruire opere e monumenti distrutti per eventi naturali o per distruzioni intenzionali al fine di consegnare alle future generazioni quanto del patrimonio culturale universale è riuscito a salvarsi dalle tempeste della storia, e della natura, nei nostri giorni.

Ingresso libero

DOMENICA 5 Marzo

dalle ore 10,00 alle ore 16,30
Seminario
La “coscienza estesa”.  Architetture in armonia con i ritmi vitali dell’uomo

Il seminario si propone di approfondire alcune tematiche fondamentali nell’architettura  antica e moderna, fra cui: *Interconnessioni energetiche tra luoghi, costruzioni architettoniche, tessuto cosmico e uomo dal punto di vista del feng shui e della fisica quantistica.  *Il simbolismo cosmico dei monumenti religiosi antichi. Il tempio indiano come diagramma  psichico e cosmico. *La storia dello Spirito nella scienza biologica e le prospettive di una medicina di evoluzione spirituale. Le neuroscienze, la  trascendenza, la bio-energetica e “il cambiamento di alcuni paradigmi riguardo alla salute.”
Relatori: Dr. Maurizio Nannini, Arch. Tiziana Rettaroli, Dr. Tiziana Lorenzetti

Il costo del seminario è di € 50. Gratuito per gli studenti universitari.

Sabato  25 Febbraio  alle ore 18,00
Conferenza

Il viaggio corporeo dell’anima secondo i testi antichi dell’Ayurveda.

I testi ayurvedici ci raccontano di un cammino, quello compiuto nella dimensione corporea, che conduce l’anima alla libertà finale. L’embriologia ayurvedica è un libro di viaggio, l’anatomia ayurvedica un atlante di geografia. E’ in questa prospettiva che andrebbero compresi e studiati i testi antichi dell’Āyurveda. Essi  non sono trattati tecnici ma guide di viaggio che aiutano il viandante ad orientarsi lungo un percorso che potrà rivelarsi pieno di insidie e di momenti critici. La conoscenza ayurvedica fa da guida ma è in sé stessa viaggio e fine perché è in grado di operare una trasformazione profonda in colui che la recpisce e la fa propria.
Ernesto Iannaccone

Ingresso libero


Domenica 18 Dicembre alle ore 18,00
Concerto di Canto e Musica Sacra Orientale e Occidentale.48ffa7cb-8de9-4f28-b77d-763b67d21f3f
‘Inni alla Dea Madre’.
a cura dell’artista Velka Sai.
ingresso 5 €


Martedì 15 Novembre ore 18,00
Conferenza

rsz_isasJainism.
The Jaina Temple: Ritual Practices, Cosmology and Spatial Planning

Julia A.B. Hegewald  con la partecipazione di Tiziana Lorenzetti

ingresso libero.
con traduzione italiana


Sabato 22 Ottobre alle ore 18,00krishnamurti
Conferenza

Libertà dal conosciuto: un’introduzione al pensiero di Jiddu Krishnamurti

Luigi Aversa

Ingresso libero


saraswatiGiovedì 27 Ottobre ore 18,00
Introduzione al Seminario

‘Religione e Musica in India. Canti devozionali e pratica dei mantra’

I Mantra sono formule sacre o semplici sillabe, generalmente in lingua sanscrita, finalizzati alla pratica meditativa e religiosa. Sia che vengano recitati  a voce alta, con un sussurro  o  solo mentalmente, le vibrazioni dei mantra influenzano l’inconscio, producendo modifiche a livello subliminale.
La Presentazione prevede alcune Prove pratiche che serviranno da modello per gli incontri successivi. Particolari sulle condizioni e sulle  modalità di frequentazione del Seminario verranno illustrati al termine della Presentazione.

Condotto da Marcella Candilera con la partecipazione di Fabio Scialpi

 Ingresso libero


Sabato 14 Maggio 2016

Conferenza

Athanasius Kircher , L’India e l’Oriente: Storia Universale ed Esotismo nella Roma Barocca

Giuseppe Flora

Il gesuita tedesco Athanasius Kircher (1602-1680) è una delle figure più originali della cultura europea del XVII secolo. Matematico, fisico, naturalista, inventore (gli è attribuita l’invenzione della lanterna magica e del megafono) e studioso dell’antico Egitto, già alla metà del Seicento consolidò la sua fama come l’unico sapiente in Europa in grado di interpretare i geroglifici. Kircher non si è occupato specificamente d’India, ma l’India è parte integrante della sua concezione di storia universale, costituendo, nella sua visione del mondo antico, un nesso fondamentale tanto per la diffusione del cristianesimo che dell’idolatria nell’Asia remota. Kircher trascorse la maggior parte della sua vita a Roma come insegnante del Collegio Romano, ricevendo notizie, relazioni, oggetti esotici e reperti archeologici dai missionari del suo ordine sparsi per il mondo. Ciò gli consentì l’allestimento di un museo considerato, ai suoi tempi, uno dei più importanti d’Europa. Grazie alla sua opera incessante il Collegio Romano contribuì, insieme a Propaganda Fide, a fare di Roma un osservatorio teologico sulle altre culture, in particolare sull’oriente. Nel secolo successivo, analoghi osservatori, ma con finalità ben diverse, saranno costituiti dalle grandi Società Asiatiche di Londra e Parigi. La fama di Kircher fu enorme ai suoi tempi e gli valse la stima di grandi personalità, tra le quali Bernini, Velazquez, Poussin, Gassend, Leibniz. Nel tempo, le molte falle nella sua sterminata produzione lo hanno fatto sprofondare in una sorta di oblio, dal quale, tuttavia, è riemerso da più di trent’anni grazie a una fioritura di studi e riscoperte.
ingresso libero


Sabato 9 Aprile 2016
Santacittarama - M Thanavaro e Sangha 17 giugno 2012

Il Buddhismo Theravada in Occidente.
La scuola dei monaci della foresta del venerabile Ajahn Chah

Mario Thanavaro

Ajahn Chah, grande maestro e meditante del buddhismo Theravada secondo la tradizione dei Monaci della foresta thailandese, anche dopo 24 anni dalla sua morte rimane la guida spirituale di monaci e laici in tutto il mondo.Dopo aver vissuto per molti anni come un asceta, dormendo in foreste, caverne e luoghi di cremazione della Thailandia Centrale, divenne uno dei massimi esponenti del ‘Dharma della foresta‘, una corrente religiosa nata nel secolo scorso in Thailandia.
offerta libera

rsz_20160409_181434


Sabato 19 Marzo 2016
Conferenza 

L’eredità di Gandhi in Italia: G. Lanza del Vasto

Ambrogio Bongiovanni, Pontificia Università Urbaniana-
Paolo Trianni, Pontificio Ateneo Sant’Anselmo
con la partecipazione di  Mario Prayer, Sapienza, Università di Roma    rsz_senza_titolo-13.

Filosofo, teologo e fautore della non-violenza sia in campo politico che etico sociale, Lanza del Vasto fu una figura di spicco dell’Italia del xx secolo. Il suo incontro con il Mahatma Gandhi e con l’India rappresentarono una svolta cruciale nella sua vita. Di Gandhi, colse gli aspetti essenziali che lasciarono in lui tracce profonde e si rivelarono nel suo pensiero, nei suoi insegnamenti e nelle sue opere; dalla fondazione di una comunità rurale nonviolenta, sul modello degli ashram gandhiani, a molte altre attività.
ingresso libero


Cattura resetGiovedì 11 Febbraio 2016

Conferenza

I mille nome della Dea.
La Grande Madre nella Civiltà dell’India

Fabio Scialpi

In India la Dea ha mille nomi, che corrispondono all’ ampia varietà delle sue funzioni e alla grande diffusione del suo culto, documentato, sin dai tempi più antichi, in tutta la terra indiana. La conferenza prenderà in esame alcuni aspetti di questa popolare divinità, confrontandoli con tratti essenziali di altre figure analoghe, presenti in  civiltà del bacino del Mediterraneo e dell’Asia media.

ingresso libero


Venerdì 22 Maggio  2015
Incontro   sul tema
Guerra nel cuore dell’Asia.  Afghanistan
Complessità e bellezza di una terra fra storia e geopolitica
Intervengono:
Marika Guerrini- Sergio Vasarri- Claudio Landi
introduce  Fabio Scialpi 

Cattura - Copia (2)

029

La posizione geografica e le risorse del suolo e del sottosuolo, affidano all’Afghanistan un ruolo centrale nello scacchiere asiatico, dalla Russia alla Cina, al Pakistan, all’India, all’Iran, quest’ultimo cerniera con il Medio oriente. Da vari decenni teatro di guerre infinite, ne hanno sgretolato l’identità storica e culturale, ciò che ne rimane, quasi una specie in via di estinzione, dovrebbe essere tutelata come qualcosa di essenziale per il futuro del mondo stesso, ma  l’occidente, in special modo, ha di questa terra, conoscenza relativa quando non assente, il che favorisce la falsa informazione e giustifica all’opinione pubblica guerre altrimenti ingiustificabili. Il 22 maggio verranno toccate varie sfaccettature di questo paese sì da incontrare la complessa storia afghana, la panoramica dei suoi confini e l’impatto con il presente.

 


1Domenica  8 Marzo 2015 

 L’India di Guido Gozzano: anatomia di  una finzione.

 Giuseppe Flora

 Guido Gozzano (1883-1916), uno dei maggiori poeti del primo Novecento, è una figura singolare nel panorama letterario italiano. Affetto da turbercolosi, si recò in India insieme all’amico Giacomo Garrone. I due approdarono a Bombay per poi partire alla volta di Ceylon. Il viaggio durò in tutto circa tre mesi. Dal gennaio 1914 Gozzano pubblicò sul quotidiano torinese La Stampa e su altri giornali degli articoli serializzati come «Lettere dall’India ». Nella narrazione la dimensione del viaggio viene amplificata, non solo in senso temporale (1912-1913), ma anche spaziale. Gozzano lascia intendere al lettore di aver visitato molti luoghi, dove, in realtà, non mise mai  piede:  Goa, Madurai, Madras, Haiderabad, Golconda, Delhi, Agra, Jaipur, Cawnpore (Kanpur), Benares. La finzione tessuta da Guido Gozzano fu mantenuta dai curatori e ha, per così dire, retto circa mezzo secolo. Solo verso la fine degli anni ’60 la critica ha cominciato a fare luce sulle prose indiane dello scrittore piemontese. Eppure una traccia del loro carattere felicemente narrativo, ma certo non epistolare, si sarebbe potuta intuire già molto tempo prima.
ingresso libero


Domenica  1 Marzo 2015DSC00514

Conferenza

Afghanistan oggi e ieri

Giovanni Verardi

Nel marzo del 2001 il regime talebano in Afghanistan distrusse, con cariche di esplosivo, i Buddha di Bamiyan. Altre opere ed altri siti sono stati parimenti distrutti, ed è legittimo interrogarsi sul futuro del Paese e sulle sue possibilità di conservare quanto fu portato alla luce tra gli anni 1920 e 1970 e anche in anni più recenti.
E’ difficile che la situazione in Afghanistan possa trovare, a breve, un punto di equilibrio. Anche nel passato questo crocevia dell’Asia fu soggetto alle spinte più varie, come testimonia l’estrema varietà di monumenti architettonici e figurativi che lo contraddistinguono. Essi non illustrano una storia unitaria e condivisa, ma, della storia, mostrano piuttosto le cesure e le contraddizioni.
ingresso liberoafg 31


Seminario teorico-pratico condotto dal Dr. Mathew Roy Karawatt in 4 incontri dedicati agli elementi religiosi, filosofi e tecnici che sottendono ai principali sentieri della meditazione orientale, specialmente della tradizione Yoga.
GENNAIO sabato 17 ore 10-12
GENNAIO sabato 24 ore 10-12
FEBBRAIO sabato 14 ore 10-12
FEBBRAIO sabato 21 ore 10-12


 

 Domenica 8 Febbraio  2015
 
Conferenza
The Power of Knowledge:
the “thinking class” in classical and modern India.

Stella Sandahl

Il ruolo della classe intellettuale nell’India antica e moderna.
In India, l’istruzione e, quindi, la conoscenza sono sempre state prerogativa della  casta  più alta  (i Brahmini), che ha sempre tentato di mantenere questo monopolio, poichè conoscenza significa ‘controllo’. La conferenza  fornirà un quadro di questo fenomeno dalle sue origini fino ai tempi moderni, senza trascurare le fonti mitologiche.
Con traduzione italiana
ingresso libero

Domenica  11 GENNAIO 2015
Conferenza
Royal Cuisine: Food for Nawabs, Kings and Emperors.

Stella Sandahl

Il significato del cibo nella cultura Indiana tradizionale attraverso gli antichi testi. In particolare, la conferenza  farà luce su abitudini e curiosità  dell’alimentazione di  Re, Imperatori e Raja (Nawabs), con accenni alla tradizione Ayurvedica e al mito dell’India vegetariana.
Con traduzione italiana.

rsz_1dsc00455                             18


Domenica 28 DICEMBRE   2014
Conferenza
‘Et in Arcadia Tantra’. Ermeneutiche  del Tantrismo in Occidente: il caso di Sir John Woodroffe–Arthur Avalon.
Con ascolto guidato di mantra tantrici 

Marcello De Martino, con la partecipazione di Mathew Roy Karawatt

Parafrasando un’iscrizione tombale sul dipinto ‘I pastori di Arcadia’ del pittore francese del Seicento Nicolas Poussin che ha dato adito a molteplici spiegazioni misteriosofiche, la conferenza si occupa del Tantrismo e della sua straordinaria diffusione in Occidente soprattutto attraverso le diverse interpretazioni pseudoscientifiche che hanno filtrato questa dottrina indiana nella nostra società.
Lo spunto per parlare di questo excursus è il volume di Kathleen Taylor ‘Sir John Woodroffe. Tantra e Bengala. Un’anima indiana in un corpo europeo?’ (curato da Marcello De Martino, Roma 2013), in cui si descrivono la vita e gli studi dell’orientalista britannico che, con lo pseudonimo di Arthur Avalon, divenne noto per aver diffuso in Occidente il Tantrismo e, in particolare, il sistema del Kuṇḍalinī yoga.

rsz_dsc00450Sir-John-Woodroffe-Tantra-e-Bengala


Domenica 26 Ottobre 2014
Conferenza (con traduzione italiana)

India 1947 – 2014.  Life in the World’s biggest democracy.
L’affascinante percorso di un’antica civiltà verso la  modernità, e oltre.

Sunandan Roy Chowdhury

                                    conferenza-india-1947-2014          conferenza-india-1947-2014-2    

 DOMENICA  14 DICEMBRE  2014
è stato proiettato il  FILM: 
CALORE E POLVERE
di  James Ivory (1983)  basato sul romanzo di Ruth Prawer Jhabvala.

Copyright © isas 2014 tutti i diritti riservati